Vademecum

Volete organizzare un evento o un’attività a Parco Dora?

Il Parco è uno spazio totalmente pubblico, e appartiene alla Città di Torino: per utilizzarne gli spazi per l’organizzazione di iniziative e manifestazioni deve essere presentata richiesta di occupazione suolo pubblico alla Città di Torino e, a seconda della tipologia delle attività organizzate, dei permessi necessari agli enti competenti.

Il Comitato Parco Dora fino a dicembre 2015 ha gestito la programmazione all’interno del calendario delle attività del Parco offrendo il suo supporto a cittadini, enti e associazioni interessati a proporre eventi, manifestazioni e attività.

In particolare il Comitato ha operato in questi anni per offrire:

  • informazioni sull’area, sugli spazi e sulle attrezzature disponibili
  • supporto nell’individuazione degli spazi adatti all’organizzazione dell’attività
  • accompagnamento nell’individuazione e nella compilazione della modulistica necessaria
  • supporto per l’utilizzo delle attrezzature presenti.

Qui di seguito potete trovare alcune indicazioni e riferimenti utili sulle richieste di permesso necessarie. A questo link, la mappa dettagliata dell’area Vitali del Parco.

OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO
ASPETTI GENERALI:
Se l’evento prevede l’utilizzo di strutture fisse (es: gazebo, palchi, pedane), è necessario richiedere al Comune il permesso di occupazione del suolo pubblico. La domanda deve essere presentata almeno trenta giorni prima della manifestazione. Devono essere specificati i dati del rappresentante del gruppo organizzatore, il luogo e la natura dell’occupazione, e l’eventuale richiesta di chiusura del traffico.
Questa procedura non è necessaria per gli spettacoli di teatro di strada e per tutte le performance che non necessitano dell’utilizzo di strutture fisse.
Se la manifestazione si svolge in un’area verde, la Direzione Suolo Pubblico richiederà anche il parere del Servizio Gestione Verde, vincolante al fine della concessione dell’autorizzazione. Il Servizio, se necessario, potrà contattare gli organizzatori per ottenere chiarimenti.
Per l’occupazione del suolo è necessario compilare il modulo scaricabile al link: http://www.comune.torino.it/cosap/temporanea/moduli/Modulo_generale_eventi.pdf
A questo link è scaricabile la mappa in pdf dell'area Vitali del Parco, da utilizzare in allegato al modulo per identificare l'area interessata dalla richiesta: https://comitatoparcodora.files.wordpress.com/2013/09/area-vitali_mappa.pdf
DOVE SI PRESENTA LA RICHIESTA:
Città di Torino - Direzione Suolo Pubblico - Servizio Concessioni Occupazioni Temporanee di Suolo Pubblico - Corso Racconigi, 49 (piano IV, ufficio n.418) Torino - tel. 011 011 4420325 - 011 4420326
QUANTO COSTA:
Marca da bollo 16,00 € + canone COSAP temporanea.
Il canone è calcolato in base alla superficie occupata, alla durata e tipologia dell'occupazione. Tutte le informazioni e l'indicazione delle tariffe sono disponibili al seguente link: http://www.comune.torino.it/cosap/temporanea/
Il regolamento COSAP (Regolamento Canone Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche, n.257, art.14) prevede la possibilità di una riduzione sul canone dovuto in presenza di una utilità sociale, o di prestazioni di pubblico interesse che comportino ricadute positive per la Città (vedi sezione "PATROCINIO", più in basso).
A seguito del rilascio della concessione di occupazione suolo pubblico, inoltre, verrà richiesto il pagamento della tassa giornaliera per la gestione dei rifiuti urbani per attività ed eventi inferiori ai 180 giorni (vedi regolamento n.210, art.16http://www.comune.torino.it/regolamenti/210/210.htm#art16)
NOTA BENE! L'occupazione di suolo pubblico deve sempre essere preventivamente autorizzata. L'autorizzazione è il documento che consente l'occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario, determina il canone e può essere rinnovata. L'autorizzazione è necessaria anche nel caso in cui l'occupazione sia esente dal pagamento del canone.
PULIZIE:
Per la pulizia del luogo dopo l’evento si può provvedere autonomamente o tramite una ditta di pulizie privata, inviando all’ufficio Servizio Rapporti con Amiat la comunicazione dell’evento/manifestazione, il programma delle iniziative e le aree che si intendono utilizzare, specificando quali modalità di pulizia, raccolta e smaltimento saranno adottate.
Indirizzo: Direzione Ambiente, Servizio Rapporti con Amiat : Antonella.Costamagna@comune.torino.it
Laddove non fosse possibile l’intervento autonomo dell’associazione organizzatrice o per aumentare il numero di cassonetti dell’immondizia è possibile richiedere preventivamente l’intervento di Amiat. La richiesta comporta il pagamento di una cifra per l’erogazione del servizio.
Indirizzo: AMIAT - Azienda Multiservizi Igiene Ambientale Torino SpA - via Giordano Bruno 25 - 10134 Torino - numero verde 800017277 - tel. 0112223111 - fax 0112223467 (ufficio marketing) http://www.amiat.it - E-mail: posta@amiat.it
DEROGA AI LIMITI DEL PUBBLICO RUMORE:
ASPETTI GENERALI:
L’utilizzo di strumentazioni acustiche amplificate o impianti stereo nel corso della manifestazione è soggetto all’autorizzazione rilasciata dal Servizio Ambiente e Territorio. Tale autorizzazione deve essere richiesta almeno venti giorni prima dell’inizio della manifestazione (Regolamento Comunale per la Tutela dell’Inquinamento Acustico, n. 318: http://www.comune.torino.it/regolamenti/318/318.htm)
L’ufficio comunale di riferimento è:
CITTA’ DI TORINO - Servizio Ambiente e Territorio - Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali - Ufficio Inquinamento Acustico - autorizzazioni in deroga - via Padova 29 - 10152 Torino - Tel. 011 4426551- fax 011 4426562 - Orari di ricevimento del pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle 11,30
Le informazioni e il modulo necessario sono scaricabili al link: http://www.comune.torino.it/ambiente/rumore/acust_manif/index.shtml
Il modulo compilato deve essere inviato, in copia, anche all’ARPA Piemonte, Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente http://www.arpa.piemonte.it.
Per manifestazioni di durata superiore a 10 giorni, anche non consecutivi è necessaria la valutazione di impatto acustico a firma di Tecnico Competente in Acustica Ambientale comprendente:
a. stima delle emissioni previste e dei livelli sonori previsti durante lo svolgimento della manifestazione al perimetro dell’area ed in corrispondenza dei ricettori più esposti;
b. valutazione dei livelli di rumore residuo LR (D.M. 16/03/98, all. A, p. 12) riscontrabili nell’area in condizioni paragonabili a quelle di svolgimento dell’attività da autorizzare in deroga, con particolare riferimento ai ricettori più esposti.
I soggetti titolari delle autorizzazioni relative ad attività nell’ambito delle quali sia previsto un superamento dei limiti vigenti per le sorgenti sonore oltre le ore 22:00 e per più di 3 giorni devono incaricare un Tecnico Competente in Acustica Ambientale (ex L. 447/95, art.2) di verificare il reale rispetto dei limiti prescritti durante il primo giorno di manifestazione per il quale è stata concessa deroga e di farne pervenire alla Città attestazione entro il terzo giorno lavorativo utile.
Entro le 7 date all’anno l’autorizzazione è rilasciata dal Servizio (Riferimento normativo ai giorni autorizzabili - art. 13 comma 3 del Regolamento n.318 Città di Torino). Oltre i 7 giorni occorre l’autorizzazione della Giunta comunale (Riferimento normativo ai giorni autorizzabili - art. 14 comma 7 del Regolamento n.318 Città di Torino). Il superamento dei limiti vigenti per le sorgenti sonore con orari o durata difformi da quanto stabilito nel presente articolo può essere autorizzato previa delibera della Giunta Comunale che esprima parere favorevole sulla base di documentate motivazioni di carattere artistico e socioculturale o comunque di interesse pubblico e indichi gli orari e la durata che si ritengono autorizzabili.
Per gli eventi che si svolgono in acustica o all’interno delle strutture non è necessaria l’autorizzazione in deroga al rumore.
QUANTO COSTA:
Obbligo di MARCA DA BOLLO o DICHIARAZIONE DI ESENZIONE ai sensi della L. 266/91 e DLGS 460/97.
LICENZA DI PUBBLICO SPETTACOLO TEMPORANEA
ASPETTI GENERALI:
La domanda per ottenere la Licenza di pubblico spettacolo deve essere indirizzata al Sindaco. In primo luogo, occorre dichiarare di aver presentato, o che si presenteranno, le istanze per le altre autorizzazioni necessarie. L’organizzatore richiede poi la licenza per lo svolgimento dell’evento, indicando i propri dati (anche fiscali), luogo, data, orario e tipologia dello spettacolo.
La durata della licenza sarà limitata al periodo richiesto per la manifestazione temporanea.
Il modulo richiesta permesso temporaneo spettacoli all’aperto è scaricabile al link: http://www.comune.torino.it/commercio/moduli/pdf/20090210/lic_mod1031.pdf.pdf
ESTRATTI UTILI:
PERMESSO TEMPORANEO SPETTACOLI ALL’APERTO:
Relativamente alla presenza di strutture/attrezzature utilizzate durante gli spettacoli – trattenimenti occorre dichiarare:
> DI ESSERE PRIVO di specifiche attrezzature per lo stazionamento e/o il contenimento del pubblico (quali transenne, sedie, panche, tavolini, ecc.), i palchi e/o le pedane per gli artisti sono di altezza NON superiore a 80 centimetri e le attrezzature elettriche sono installate in aree non accessibili al pubblico;
oppure
> DI UTILIZZARE specifiche attrezzature per lo stazionamento e/o il contenimento del pubblico e di avere presentato (o che si presenterà) domanda volta ad ottenere il parere all’agibilità tecnica del locale o dell’area della Commissione Provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo presso la Prefettura di Torino:
PREFETTURA DI TORINO – Ufficio Commissione di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo - piazza Castello 205 (secondo piano) - 10124 Torino – tel. 0115589556 fax 0115589557
Orario: lunedì, mercoledì, venerdì 9.00-12.00
E-mail: entilocali.pref_torino@interno.it
Se la capienza NON sarà superiore a 200 persone occorrerà produrre in luogo del citato verbale: una relazione tecnica resa ai sensi dell'art 4 del D.P.R. 28/5/2001, n. 311 da un professionista iscritto nell'albo degli ingegneri o nell'albo degli architetti o nell'albo dei periti industriali o nell'albo dei geometri che accerti e dichiari l'agibilità del locale ai fini dell'esercizio dell'attività di pubblico spettacolo e trattenimenti danzanti, secondo le regole tecniche e la normativa vigente in materia, nonché definisca la capienza massima, certifichi la solidità delle strutture, la sicurezza e l’igiene dei locali e indichi le eventuali prescrizioni che dovranno essere adottate a tutela della sicurezza pubblica.
DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA:
Sportello Unificato per il Commercio, Via Meucci 4
Orari: lun-gio 9-12, ven 9-11
P.E.C. (Posta Elettronica Certificata): commercio@cert.comune.torino.it [non occorre versamento di 10 euro]
Fax: 011 4430863 (solo per le pratiche che non richiedono marca da bollo)
SOMMINISTRAZIONE (alimenti, bevande)
ASPETTI GENERALI:
Per richiedere la possibilità di somministrazione è necessario attivarsi con almeno 15 giorni di anticipo.
La domanda di somministrazione va inviata tramite modulo, scaricabile sul sito della Città di Torino: http://www.comune.torino.it/commercio/moduli/#manifestazioni
> Modello SCIA 325 (Segnalazione certificata di inizio attività di somministrazione di alimenti e bevande in via temporanea.) + DIA sanitaria
Nel modulo va specificato se la somministrazione è di tipo A (cibi e bevande prodotti altrove e trasportati) o B (prodotti in loco).
NOTA BENE! L’autorizzazione alla somministrazione è necessaria anche in caso di distribuzione gratuita!
DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA:
Sportello Unificato del Commercio – Ufficio Informazioni e Accettazione pratiche - Via Meucci 4- 10121 Torino
Orario: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 – venerdì dalle ore 9 alle ore 11.
Informazioni telefoniche: dal lunedì al giovedì dalle ore 14.00 alle ore 16.00. Tel. 011/44.30.411
Costo: 10 € istruttoria
PERMESSI SIAE
ASPETTI GENERALI:
La SIAE è una società che concede, dietro il pagamento di una tassa, l’autorizzazione a riprodurre canzoni, opere teatrali, brani musicali protetti dal diritto d’autore. Per questo, se si intendono utilizzare durante l’evento brani, musiche o testi non propri, è necessario richiedere il permesso e pagare i diritti di utilizzo.
Viene richiesta una descrizione della natura dell’evento, l’ampiezza dell’area, il numero di spettatori previsti, se l’ingresso è a pagamento o gratuito.
Nel primo caso, la SIAE provvede alla stampa dei biglietti trattenendo, in una fase successiva, una percentuale sugli incassi.
L’esibizione di gruppi emergenti, che eseguono quindi il proprio repertorio, comporta l’esenzione del pagamento dei diritti d’autore, previa dichiarazione scritta di non iscrizione alla SIAE. La società comunque richiede una cauzione che verrà restituita dopo gli opportuni accertamenti e si riserva, inoltre, l’invio di funzionari che controllino la veridicità di quanto dichiarato.
Per uno spettacolo di tipo teatrale la pratica SIAE è più complessa. Un gruppo amatoriale che intenda rappresentare un’opera teatrale protetta deve rivolgersi all’ufficio SIAE competente, precisando gli elementi necessari all’individuazione del testo: autore, titolo, eventuale traduttore. L’Ufficio rilascerà l’autorizzazione definendo il compenso dovuto.
Un’opera non tutelata invece può essere messa in scena senza pagamento di alcuna somma, richiedendo l’autorizzazione preventiva.
DOCUMENTI NECESSARI ALL’ESPLETAMENTO DELLE PRATICHE
DOCUMENTI D’IDENTITA’: copia della carta d’identità e del codice fiscale del richiedente
ASSOCIAZIONI e CIRCOLI: copia dell’atto costitutivo, statuto, regolamento e del verbale d’assemblea in cui è stato eletto il presidente in carica, codice fiscale/partita iva
SOCIETA’: atto costitutivo, visura camerale aggiornata, partita iva
Per tutti gli organizzatori:
> fornire LOCANDINE, PROGRAMMI A STAMPA, DEPLIANT della manifestazione
> fornire copia del LISTINO PREZZI IN USO
> comunicare CONTRIBUTI, SUSSIDI, DOTAZIONI, SPESE DI ALLESTIMENTO, SPONSORIZZAZIONI (sia da Enti Pubblici che da Privati, dichiarare fornendo copia delle delibere e ricevute)
> COSTITUZIONE del DEPOSITO CAUZIONALE a garanzia del pagamento del Diritto d’Autore
Per ulteriori informazioni: SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori - corso Stati Uniti 20 - 10128 Torino - tel. 011516561 fax - 011533303
http://www.siae.it - E-mail: direzione.torino@siae.it
PATROCINIO:
La richiesta va spedita alla segreteria del Sindaco e alle segreterie degli Assessori competenti per ciascuna manifestazione. Vantaggi: Se il patrocinio viene accordato, gli organizzatori potranno apporre il logo della città sui loro volantini e manifesti. Talvolta viene fornito agli organizzatori un contributo in servizi, quali ad esempio la concessione di attrezzature e materiali in prestito d’uso (sedie, pedane per il palco, impianto di amplificazione). Le modalità di utilizzo vengono concordate con gli uffici dell’Amministrazione. Il patrocinio, inoltre, può consentire di ottenere alcune riduzioni, per esempio sul pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico, oppure per l’affissione della pubblicità.
Il fac-simile della richiesta di patrocinio, da compilare su carta intestata del soggetto richiedente, è disponibile a questo link: http://www.comune.torino.it/moduli/index.shtml#patrocinio
La richiesta di patrocinio va indirizzata a:
Gabinetto del Sindaco: Signor Sindaco della Città di Torino, Piazza Palazzo di Città, 1, 10122 Torino.
A seconda della natura dell'evento proposto, la richiesta può inoltre essere inoltrata agli Assessori competenti per la tipologia di evento: i nomi e gli indirizzi sono disponibili al seguente link http://www.comune.torino.it/giunta/composiz.shtml
Le richieste possono anche essere inoltrate via e-mail; se inoltrate in versione cartacea, è opportuno anticipare l’invio tramite e-mail.
Per informazioni più specifiche contattare:
CITTA’ DI TORINO - Ufficio Patrocini - Gabinetto del Sindaco
piazza Palazzo di Città 1 - 10122 Torino
tel. 0114422260 - 0114423185 - 0114422822
fax 0114422523
PUBBLICITA':
Chiunque voglia pubblicizzare la propria attività attraverso volantini, striscioni, totem o altro materiale promozionale deve presentare domanda presso la Direzione Servizi Tributari, Catasto e Suolo Pubblico - Servizio Pubblicità e Suolo Pubblico.
Tutte le informazioni, la modulistica e le tariffe sono disponibili a questo link: http://www.comune.torino.it/cimp/#tre
Per la pubblicizzazione tramite affissioni (manifesti su impianti pubblicitari cittadini e locandine), tutte le informazioni sono disponibili a questo link: http://www.comune.torino.it/affissioni/
In particolare:
> Quando la pubblicità è effettuata mediante manifesti su impianti pubblicitari cittadini l'affissione sarà svolta direttamente dal Servizio Affissioni mediante l'ausilio della Ditta appaltatrice; in questo caso è dovuto il pagamento del DIRITTO DI AFFISSIONE.
> Quando la pubblicità è effettuata mediante locandine nei locali pubblici cittadini la distribuzione sarà svolta direttamente dall'interessato; in questo caso è dovuto il pagamento del CANONE DI PUBBLICITA' che è disciplinato dal Regolamento n. 335 (Regolamento per l’Applicazione del Canone sulle Iniziative Pubblicitarie: http://www.comune.torino.it/regolamenti/335/335.htm). Il canone giornaliero è di Euro 0,149; i giorni di autorizzazione sono minimo 10. Anche in questo caso è possibile, qualora ricorrano i requisiti, ottenere la riduzione del canone del 50% o, in casi tassativi indicati nel Regolamento citato, l’esenzione. Le locandine poste all’interno di locali non visibili dall’esterno non sono assoggettati al canone iniziative pubblicitarie.
La competenza autorizzativa è attribuita alla Direzione Servizi Tributari Catasto e Suolo Pubblico, Settore Pubblicità e Occupazione Suolo Pubblico e specificatamente all'Ufficio Prenotazione Spazi Pubblicitari - Gestione Impianti, sito in Corso Racconigi 49 – 10139 Torino (3° piano uff. 322) con orario dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30. L'ufficio si occupa esclusivamente di autorizzazioni relative alle affissioni di manifesti e vidimazione di locandine. Tel. 011 4424629 / 20404 / 20403 - Fax 011 4420419
 SICUREZZA: 
EMERGENZA SANITARIA: 
Oltre le 5000 persone è obbligatorio prevedere la presenza di mezzi e personale di sicurezza. Contattando il 118 è possibile determinare, in funzione della capienza e del tipo di spettacolo, la necessità di: > MSB (mezzo di soccorso di base) – autista soccorritore – infermiere – soccorritore > MSA (mezzo di soccorso avanzato) – autista soccorritore – medico rianimatore - infermiere – soccorritore > Squadre soccorritori a piedi (poste in punti strategici tra il pubblico e fronte palco) > Coordinatore 
SERVIZIO D’ORDINE INTERNO ED ESTERNO: 
Deve essere concordato con la Questura, e garantito da: > personale normale (biglietteria, steward, hostess, ecc ) > addetti alla sicurezza, che devono essere abilitati ai sensi del Decreto 6 ottobre 2009 - Ministero dell'Interno 
VIGILI DEL FUOCO: 
D.M. 261/1996 - Per luoghi o aree all'aperto, pubblici o aperti al pubblico ove occasionalmente si presentano spettacoli o trattenimenti con afflusso di oltre 10.000 persone, devono essere previste 4 unità fino a 15.000 persone, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 4.000 persone 
CAPIENZA:
Da definire a seconda del caso specifico con la Commissione Provinciale di Vigilanza, previa verifica delle uscite di sicurezza (all’aperto 0.60 m ogni 250 persone), della lunghezza dei percorsi e delle vie di fuga, del numero dei sevizi igienici in funzione della durata dello spettacolo (1 ogni 150/200 persone). Orientativamente, per aree a prato prato o parterre impianti sportivi utilizzati per manifestazioni occasionali, la capienza è di 2.0 persone/mq
ALTRI ASPETTI CONNESSI A MANIFESTAZIONI:
EROGAZIONE ENERGIA ELETTRICA:
E’ possibile richiedere a IREN un allacciamento provvisorio, fino a un massimo di 120 kw, attivando un apposito contratto di fornitura temporanea e dietro pagamento.
DOVE FARE RICHIESTA:
IREN - sportello di via Confienza 10, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18.
Per informazioni è disponibile il numero 011 19563525.
RICHIESTA ATTREZZATURE – MATERIALI (palco, sedie, tavoli, ecc.)
Insieme alla richiesta di PATROCINIO, si può richiedere come “contributo in servizi” l'utilizzo di materiale in possesso all’Economato della Città o all’Ufficio Economato delle Circoscrizioni 4 o 5.
Ufficio Economato Circoscrizione 4: http://www.comune.torino.it/circ4/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1161
Ufficio Economato Circoscrizione 5: http://www.comune.torino.it/circ5/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/64
Annunci