Il lotto Michelin verso la conclusione dei lavori

michelin-turi-parco-dora-mic-digi-2008-004-l-p-300-017

La Città di Torino ha preso in consegna il lotto Michelin del Parco Dora lo scorso 25 febbraio; questo importante passaggio permette la realizzazione degli interventi indispensabili all’apertura del lotto stesso, mentre altri interventi verranno contestualmente realizzati negli altri lotti del Parco in modo da completare il progetto.
La conclusione di tutti gli interventi è prevista entro marzo 2016.
Riportiamo di seguito la notizia pubblicata sulla pagina del Verde Pubblico della CIttà di Torino

Parco Dora, dal lotto Michelin verso la conclusione dei lavori

Inizieranno nel mese di marzo 2015 e, suddivisi in due diversi lotti, dureranno fino a dicembre del prossimo anno i lavori per il completamento di Parco Dora, uno dei più importanti e recenti esempi italiani di bonifica, recupero e riqualificazione di aree industriali dismesse.
Interventi per un valore superiore ai 700mila euro tra integrazioni, rifunzionalizzazioni e completamenti di opere utili a migliorare la funzionalità, la fruibilità e la sicurezza dell’area e che verranno interamente rimborsati alla Città di Torino.
La consegna alla Città dell’area Michelin, lo scorso 25 febbraio – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Enzo Lavolta – ci consente di porre finalmente mano a quegli interventi di manutenzione straordinaria di cui c’è bisogno per non pregiudicare ulteriormente le aspettative dei cittadini nei confronti di un’opera di grande valore architettonico, ambientale e economico”.
In particolare, in questa prima tranche, il progetto prevede:

  • per l’ambito Michelin, la pulizia dell’area con lo sfalcio dell’erba, il ripristino delle recinzioni perimetrali, il rifacimento del capping e il completamento – con la delimitazione dell’area, la fornitura e la posa delle attrezzature e della pavimentazione antishock – dell’area gioco prevista al confine del Museo A come Ambiente;
  • per l’ambito Vitali, il completamento delle opere di sostegno e la realizzazione della rampa verso via Borgaro insieme all’ultimazione dell’area gioco prevista ai confini con l’area Mortara;
  • per l’ambito Mortara, interventi di messa in sicurezza delle rampe del tunnel di via Borgaro;
  • per l’ambito Ingest, la realizzazione della recinzione del parco su via Nole, di una nuova scalinata nella zona della Chiesa del Santo Volto e di nuovi ingressi al parco da via Nole e nei pressi del parcheggio interrato del supermercato Pam, oltre al completamento degli arredi e della segnaletica e al collegamento con la pista cicalabile

Questi interventi si concluderanno entro marzo 2016.

Il Parco Dora, con i suoi 456.000 metri quadrati, è uno dei polmoni verdi più estesi della città ed è stato premiato con il prestigioso International Architecture Award 2012 dal Chicago Athenaeum – Museum of Architecture and Design. L’area oggetto della riqualificazione si compone di cinque lotti, corrispondenti agli insediamenti industriali che vi erano localizzati (Vitali, Ingest, Michelin, Mortara e Valdocco) ed è attraversata dal fiume Dora Riparia la cui risistemazione delle sponde in percorso ciclopedonale è compresa nel più esteso progetto di “Torino Città d’Acque”.
Il Parco Dora, con i suoi 456.000 metri quadrati, è uno dei polmoni verdi più estesi della città ed è stato premiato con il prestigioso International Architecture Award 2012 dal Chicago Athenaeum – Museum of Architecture and Design.
L’area oggetto della riqualificazione si compone di cinque lotti, corrispondenti agli insediamenti industriali che vi erano localizzati (Vitali, Ingest, Michelin, Mortara e Valdocco) ed è attraversata dal fiume Dora Riparia la cui risistemazione delle sponde in percorso ciclopedonale è compresa nel più esteso progetto di “Torino Città d’Acque”.

A questo link è possibile consultare l’articolo dalla pagina del Verde Pubblico.

Annunci