la spina 3

Il progetto di trasformazione di Spina 3 ha visto l’insediamento di un vasto mix funzionale – comprendente residenze, spazi commerciali, uffici, laboratori, centri di ricerca e produzione e spazi per attività ricreative – oltre che il recupero e la riconversione, in spazi atti ad ospitare attività produttive avanzate, degli edifici di pregio un tempo occupati dalle Officine Savigliano e dalla Società Paracchi.

L’intera superficie di Spina 3 è stata suddivisa in sette comprensori di intervento – Valdellatorre, Valdocco, Vitali (come i tre ex impianti siderurgici della Fiat Ferriere, poi passati alla Teksid e infine a CimiMontubi), Paracchi, Savigliano, Ingest (Fiat-Nole), Michelin – che corrispondono ai componenti produttivi originari e, di conseguenza, all’iniziale suddivisione proprietaria.

Ingest-Valdellatorre
Michelin Nord
Michelin Sud
Paracchi
Savigliano
Valdocco
Vitali